21 giugno 2017 – Bari / Convegno : I COGS Club … noi c’eravamo

I COGS Club e la stimolazione cognitiva

La recente letteratura scientifica ha dimostrato l’efficacia di interventi non farmacologici quali la Stimolazione Cognitiva (Cognitive Stimulation Therapy CST / Spector, 2003 – Orrell, 2005), la Terapia Occupazionale (Graff M., 2006) e la Musicoterapia nel contrastare la perdita delle residue abilità presenti nei pazienti affetti da demenza, con benefici paragonabili e sovrapponibili a quelli ottenuti mediante la somministrazione della terapia farmacologica.

Oggi si avverte sempre più il bisogno di avere opportunità da offrire a coloro che presentano sintomi di decadimento cognitivo in fase iniziale che, giudicati appunto “non gravi”, non possono essere inseriti nella rete dei servizi e nel contempo prestare assistenza e sostegno alle loro famiglie, al fine di far loro ritrovare momenti di pausa e sollievo, senza tralasciare di aiutare il paziente a gestire le prime difficoltà cognitive ed invogliarlo a sentirsi ancora autonomo.

Il progetto “COGS Club” nasce in Inghilterra nel 2011 e si è affermato nella Regione Emilia Romagna grazie al lavoro ed alla dedizione profusi dal dr. Andrea Fabbo, responsabile del programma demenze AUSL della città di Modena, e dalla sua equipe.

 

Maggiori informazioni sul prossimo numero di “Amici miei”