La fisioterapia è uno dei servizi offerti dalla Fondazione Tusculum per gli Ospiti residenti nelle diverse strutture da lei gestite.

Parte delle sedute di fisioterapia avvengono, a dipendenza degli obiettivi prefissati e dallo stato di salute degli Ospiti, direttamente sui piani, nelle camere o in giardino. Il settore Fisioterapia svolge il proprio operato cercando di conseguire tre obiettivi principali.

Trattamenti singoli prescritti dal medico curante o dal medico specialista.

  • Riabilitazione dopo eventi acuti
  • Mantenimento capacita funzionali residue
  • Fisioterapia respiratoria
  • Mobilizzazione attiva e passiva
  • Rieducazione al cammino
  • Massoterapia
  • Linfodrenaggio
  • Rieducazione alla deglutizione
  • Posizionamenti e istruzione al paziente
  • Terapie fisiche antalgiche

Trattamenti verso gruppi omogenei di residenti.

  • Per piccoli gruppi (massimo 4 partecipanti)
  • Back school
  • Esercizi scuola dell’equilibrio
  • Terapie adeguate al quadro patologico

Valutazioni all’ammissione in istituto e continue rivalutazioni periodiche delle capacità di tutti gli Ospiti (BADL e ADL), anche per chi non usufruisce delle sedute di fisioterapia, in stretta collaborazione col personale infermieristico.

Mezzi ausiliari.

  • Gestione e scelta di tutti gli ausili ed ortesi
  • Valutazione posizionamenti a letto o in carrozzina per tutti gli ospiti della struttura

 

Ergonomia sul lavoro

  • Nei confronti dei collaboratori, con particolare attenzione a quelli del settore delle cure, consigliamo ed informiamo posture corrette e di carattere ergonomico con lo scopo di diminuire il rischio di malattie professionali legate a cattive posture e inadeguati movimenti.
  • Da una corretta gestione ergonomica del lavoro in caso del personale curante ne consegue direttamente una presa a carico dell’ospite più adeguata alle sue esigenze.

La fisioterapia in campo geriatrico

In campo geriatrico la fisioterapia ha lo scopo di mantenere e/o sviluppare le capacità residue dall’anziano. L’obiettivo è il mantenimento di una buona qualità di vita che si raggiunge valorizzando la dignità della persona. La prevenzione, la riabilitazione e la palliazione si ottengono lavorando su aspetti motori e cognitivi. Il fisioterapista collabora in un team multidisciplinare con medici, personale curante e specialisti in attivazione. Il buon esito della fisioterapia non prescinde dal contatto con i parenti del residente, essenziale per conoscere meglio le sue esigenze, incentivarne la partecipazione e famigliarizzare gli stessi parenti con la struttura e il contesto terapeutico.

La fisioterapia nei problemi di orientamento

Ancora di più in questo campo è importante una presa a carico multidisciplinare in modo da rallentare gli effetti della malattia in ogni sua fase sia dal punto di vista motorio che cognitivo. Recenti studi dimostrano l’evidenza di una effettiva relazione nella prevenzione del declino grazie all’attività fisica, che deve essere proposta regolarmente. Anche un modesto allenamento può effettuare un radicale cambiamento nella vita di queste persone che tendono ad essere stanchi ed inattivi. Nelle persone con deficit cognitivo o demenze l’esercizio fisico migliora i disturbi comportamentali, la funzione fisica e quella cognitiva. La presenza di fisioterapisti esperti e formati per prendersi in carico queste situazioni è fondamentale nell’ottica di un approccio non farmacologico nelle problematiche di orientamento.